Oltre i confini dell’Office of Finance: il nuovo ruolo dei CFO

Il ruolo del CFO è sempre più caratterizzato dall’esigenza e dall’opportunità di andare oltre i confini dell’Office of Finance per essere “pietra angolare” tra la dimensione economico-finanziaria e quella operativa e strategica. Essere, cioè, business partner dell’azienda e nell’azienda.
La ricerca di FSN “The future of Business Partnering” ha rilevato che l’88% dei CFO, su un campione di 660 intervistati in tutto il mondo, si considera business partner, ma lamenta il fatto di avere ancora dei limiti, soprattutto tecnologici.

Una delle condizioni fondamentali per un business partnering efficace è la cosiddetta “Data Mastery”, cioè la capacità di fornire una visione completa e coerente dei fatti aziendali. Board International risponde a questa esigenza in organizzazioni mondiali di primo piano – come Coca-Cola, DHL, KPMG, Puma - unificando BI, Performance Management e Analitica Predittiva in un prodotto singolo: la piattaforma di decision-making Board.

La ricerca di FSN, inoltre, ha riscontrato come proprio le aziende medio-grandi - dove più ci aspetterebbe dal CFO un ruolo maturo di business partner - soffrano le maggiori difficoltà in questo senso. In effetti, pur avendo organizzazioni e processi più strutturati rispetto alle piccole imprese, le grandi aziende mancano ancora di modelli di standardizzazione e automazione dei processi decisionali, rendendo più difficile ai Senior Manager esprimere tutte le proprie potenzialità, soprattutto al di fuori dell’area finance.

Anche in tal caso Board si è dimostrato una soluzione preziosa: integrando pianificazione e analisi strategica, finanziaria e operativa in un unico ambiente, Board consente ai CFO di colmare il divario tra la dimensione finanziaria e quella non finanziaria, così da migliorare i processi decisionali.